la-mia-vita-sono-i-suoi-concerti
I libri di scuola si sbagliano:Hitler non è morto.
È nell’uomo che picchia un ragazzo,solo per il colore della sua pelle.
È nella ragazza che deride la sua compagna,perché non è magra e perfetta come lei.
È nelle persone che ti insultano per la musica che ascolti.
È un po’ in ognuno di noi.
Hitler non è morto e mai morirà…
600-chilometri-dalla-felicità (via la-mia-vita-sono-i-suoi-concerti)
la-morte-negli-occhi
  • Vaffanculo ai fratelli: che o gli servono soldi e quindi "ti voglio bene" o gli stai tra le palle e quindi "stammi alla larga mocciosa".
  • Vaffanculo ai genitori: che non ti permettono di essere te stesso, perché "la società ha certe regole non scritte che devi rispettare se vuoi essere accettato".
  • Vaffanculo agli amici: che ci sono quando hanno bisogno, e mai quando hai bisogno tu.
  • Vaffanculo ai compagni: che se passi un compito sei figo, altrimenti sei sfigato.
  • Vaffanculo ai professori: che o stai zitto e vai bene a scuola o stai zitto e fai quello che vuoi; basta che stai zitto, perché la tua opinione non sarà migliore rispetto alla loro.
  • Vaffanculo ai vigili: che non ti permettono di vivere l'adolescenza facendo le cazzate che è giusto fare, e ti fanno il culo anche solo se ti siedi a fumare davanti al Duomo della città.
  • Vaffanculo ai baristi: che a te non danno da bere perché non hai diciott'anni e alla ragazza carina dopo di te si, anche se ha la tua stessa età.
  • Vaffanculo ai commessi: che quell' "hai bisogno di una mano" glielo ficcheresti in bocca.
  • Vaffanculo alle tipe fighe: che hanno capelli sempre apposto, rossetto perfetto e sprizzano carisma da tutti i pori.
  • Vaffanculo ai ragazzi stronzi: che "ci sono per sempre" finché si parla di cazzate, ma quando la cosa di fa seria "non sono pronto a impegnarmi".
  • Vaffanculo alla società: che se non rispetti gli standard stabiliti o sei stupido, o sei pazzo, o sei irresponsabile o - ancora meglio - sei un rifiuto.
  • Ma soprattutto vaffanculo a noi: che permettiamo tutto questo, che non diciamo abbastanza vaffanculo in faccia alla gente e non ce ne sbattiamo altamente. Che non ci baciamo abbastanza e parliamo troppo, permettendo alle cazzate e alle insicurezze di uscire dalla nostra bocca.